LA MIGRAZIONE VERSO LA ISO 45001

La norma internazionale ISO 45001 “Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro - Requisiti e guida per l’uso” che definisce gli standard minimi di buona pratica per la protezione dei lavoratori in tutto il mondo, è applicabile a tutte le organizzazioni, indipendentemente dalle dimensioni, dal settore o dalla natura del business.

Secondo l’Organizzazione Internazionale del Lavoro - ILO ogni anno si contano più di 2,78 milioni di decessi e 374 milioni di infortuni e malattie non mortali, a seguito di incidenti sul lavoro e di malattie professionali. L’impatto dei traumi e delle malattie sulle famiglie e sulla comunità è enorme, così come è considerevole il costo per le imprese e per il sistema economico. A livello italiano, INAIL riconosce come avvenuti sul luogo di lavoro circa 417.000 infortuni (dati 2017), dei quali 617 con conseguenze mortali. Questi infortuni hanno causato circa 11 milioni di giornate di inabilità (in media 85 giorni per infortuni che hanno provocato menomazione, 21 giorni in assenza di menomazione). La UNI ISO 45001 è la prima norma internazionale per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Stabilisce un quadro per migliorare la sicurezza, ridurre i rischi in ambito lavorativo e migliorare la salute e il benessere dei lavoratori, permettendo così alle organizzazioni di aumentare in modo proattivo le performance in materia di salute e sicurezza.

La ISO 45001 nata con il proposito di integrarsi con la 9001 e 14001, rende più semplice e intuitiva la gestione dei tre sistemi di gestione.

La ISO 45001 sostituisce integralmente la OHSAS 18001, e tutte le aziende interessate dovranno adeguare la propria certificazione entro e non oltre il 21/03/2021.

DESTINATARI

La ISO 45001 è una norma progettata per essere applicabile a qualsiasi organizzazione, indipendentemente dalle dimensioni, tipo e attività, che desideri istituire, attuare e mantenere un sistema di gestione per migliorare la salute e la sicurezza sul lavoro, eliminare i pericoli e minimizzare i rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro (incluse carenze del sistema), cogliere le opportunità e prendere in carico le non conformità del sistema di gestione per la salute e la sicurezza sul lavoro associate alle proprie attività.

SCENARI

La pubblicazione della ISO 45001 è un punto di inizio con possibili scenari nuovi su cui lavorare, a livello nazionale e internazionale, per migliorare le performance di prevenzione nelle imprese e contrastare efficacemente il triste fenomeno degli infortuni e delle malattie professionali. L’esperienza ha sin qui mostrato che le imprese che hanno adottato l’approccio gestionale proposto dalla OHSAS 18001 hanno visto migliorare il proprio andamento infortunistico rispetto alla media.

La ISO 45001, con il suo focus su contesto in cui l’organizzazione opera, stakeholders, leadership, partecipazione e coinvolgimento dei lavoratori, pianificazione del sistema di gestione tenendo conto dei rischi e delle opportunità, gestione dell’outsourcing e dei contractors, rafforza l’approccio gestionale e organizzativo per sostenere l’adozione di una cultura di impresa che guardi alla salute e alla sicurezza sul lavoro non solo come ad un adempimento normativo, ma come una parte essenziale dei processi lavorativi e ad un’opportunità di miglioramento e crescita complessiva delle performance aziendali.

Importante è anche l’appendice nazionale, che aiuta nel fornire una corretta relazione con il quadro legislativo. La gestione della sicurezza inserita e integrata nella gestione complessiva delle aziende può generare un nuovo modello di competitività sostenibile che occorre sostenere e perseguire.

CARATTERISTICHE

La norma, con il coinvolgimento di tutte le parti interessate (stakeholders), prevede in particolare una maggiore informazione. Pertanto, diviene essenziale impostare un sistema di condivisione e comunicazione bidirezionale realmente efficace, portando così ad una diminuzione dei i tempi degli audit ad esempio in caso di assenza di infortuni.

Con la norma ISO 45001 migliorano le politiche di prevenzione e l'impresa ha uno strumento riconosciuto a livello internazionale per contrastare in maniera sempre più efficace infortuni e malattie professionali.

Come le norme relative i sistemi di gestione qualità ISO 9001 ed ambiente ISO 14001, anche la ISO 45001 chiede che l’azienda non limiti più la valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza alla propria realtà ma per fare la valutazione dei rischi e delle opportunità consideri il contesto esterno ed interno, superando quindi i confini aziendali e tenendo conto di tutti i soggetti coinvolti, compresi outsourcer, contractor, ecc.

L’analisi del contesto del sistema di gestione qualità effettuata per la ISO 9001, diviene pertanto essenziale in quanto bisognerà estenderla con riferimento alla salute e sicurezza.

In ogni caso, l’introduzione dei fattori interni ed esterni amplia notevolmente la portata e la prospettiva della norma, andando ben oltre il soddisfacimento della conformità legislativa.

La ISO 45001 infatti chiede che l’organizzazione determini i fattori interni (valori, cultura, conoscenza e caratteristiche proprie dell’organizzazione) ed i fattori esterni (il territorio, fattori economico-strategici, nuovi mercati, nuove tecnologie, fattori culturali, tra i quali il fattore umano - capacità, conoscenze, sesso, cultura che possono variamente influire sui rischi o esserne influenzati- ed altri fattori tecnico-prestazionali, sia positivi che negativi, che siano significativi per il conseguimento degli obiettivi e dei risultati attesi in materia di salute e sicurezza).

L’analisi del contesto deve essere condotta considerando le esigenze delle parti interessate. Anche questo punto porta ad un allineamento con i requisiti della 9001 e quindi ad un ampliamento della prospettiva: non sono coinvolti solo i dipendenti e i collaboratori, ma anche e soprattutto i fornitori, i subappaltatori, i contractor, le banche e le società di assicurazione.

OBIETTIVI

A livello generale lo scopo del sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro è invariato rispetto alla OHSAS 18001.

In particolare la norma ha lo scopo di implementare un sistema che possa:

  • aiutare le imprese a prevenire, eliminare o al più ridurre il rischio di infortuni e di malattie professionali dei lavoratori;
  • tendere al miglioramento continuo delle prestazioni relative alla SSL;
  • garantire il soddisfacimento dei requisiti legali e di altri requisiti;
  • perseguire il raggiungimento degli obiettivi per la SSL;
  • integrare il sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro nei processi aziendali.

La norma include l'appendice nazionale che specifica le chiavi di lettura dei requisiti della norma in applicazione della legislazione nazionale vigente.

La nuova norma rappresenta un'opportunità per le aziende di allineare il sistema di gestione sicurezza e salute sul lavoro ai propri orientamenti strategici ed al proprio business tendendo al miglioramento dei processi e delle performance in materia di salute e sicurezza.

Riconoscimento a livello globale

La norma ISO 45001 alza l'asticella sul fronte della salute e della sicurezza sul posto di lavoro, impostando un nuovo standard in grado di conferire ai fornitori un vantaggio competitivo nelle gare d'appalto per contratti globali.

Integrazione semplice con altri sistemi di gestione

Lo standard ISO sulla salute e la sicurezza si allinea all'Annex SL, la stessa struttura di alto livello (High Level Structure, HLS) di ISO 9001:2015 (sistemi di gestione della qualità) e ISO 14001:2015 (sistemi di gestione ambientale), con controlli dei sistemi di gestione semplificati che è possibile integrare in un "sistema di gestione.

Il sistema di gestione ISO 45001 sono integrabili con i principali sistemi di gestione aziendali, quali ISO 9001 e ISO 14001, nonché al Modello di Gestione Organizzazione e Controllo (D.Lgs. 231/2001) eventualmente adottato da un’azienda.

Quali sono i vantaggi dell’HSL per un’azienda:

  • Maggiore compatibilità con le altre norme.
  • Facilità nell’implementare nuovi standard.
  • Maggiore facilità nell’integrare le norme in un sistema di gestione.

ALCUNI ASPETTI QUALIFICANTI

  • Lo scopo dello standard rimane lo stesso.
  • Focus maggiore sul «contesto» in cui un’organizzazione opera.
  • Ruolo più forte del top management e della leadership.
  • Introduzione dei concetti di rischio e opportunità (risk based thinking).
  • Specificazione dei criteri di identificazione dei pericoli e valutazione dei rischi.

LA MIGRAZIONE VERSO LA 45001

Fino alla data del 11 marzo 2021, cioè entro i 3 (tre) anni dalla data di pubblicazione della norma ISO 45001:2018, saranno valide sia le certificazioni emesse a fronte della Norma UNI ISO 45001:2018, sia le certificazioni emesse a fronte della BS OHSAS 18001:2007.

Dopo l’11 marzo 2021 le certificazioni BS OHSAS 18001 non godranno più di alcun riconoscimento, quindi saranno prive di Validità.
Infatti, tutte le certificazioni rilasciate secondo lo standard OHSAS 18001:2007 durante il periodo di migrazione dovranno avere come data di scadenza quella ultima del periodo di migrazione (11 marzo 2021).

A fronte di ciò la validità del certificato sarà inferiore ai tre anni con successivi aggravi economici a carico delle aziende.

Al fine di escludere le suddette possibilità, a partire dal 12 marzo 2020, cioè dai 2 (due) anni dalla data di pubblicazione della norma ISO 45001, gli Organismi di Certificazione hanno l’obbligo di effettuare audit secondo i requisiti della nuova norma ISO 45001.

I VANTAGGI DELLA CERTIFICAZIONE

La certificazione consente di ottenere i seguenti vantaggi:

  • miglioramento della gestione dei rischi sul luogo di lavoro: INAIL ha rilevato una riduzione dell’indice di frequenza e dell’indice di gravità degli infortuni nelle aziende già certificate ISO 45001, con conseguente riduzione del premio assicurativo INAIL;
  • possibilità di offrire maggiori garanzie ai clienti in merito alla capacità dell’azienda di rispettare la legislazione vigente in materia di sicurezza;
  • dare evidenza dell’attenzione dell’azienda sulle tematiche della sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • possesso di un requisito utilizzato dalle maggiori aziende internazionali per qualificare i propri fornitori;
  • maggiori opportunità di concorrere in aste pubbliche e maggiori chance di aggiudicazione;
  • referenza riconosciuta in tutto il mondo.

CONTATTACI

Contattate SIDEL Ingegneria per richiedere
ulteriori informazioni.